DATI DI CONTATTO:

E-MAIL: martufi.p@gmail.com
TEL. 06 5201169 (per appuntamenti)
FAX 06 233213554
Via Berna n.3 - 00144 Roma



martedì 15 gennaio 2013

Incasso fattura in contanti


D: Un professionista deve incassare una fattura in contanti. Per il superamento del limite di € 1.000 bisogna fare riferimento al totale parcella (al lordo della ritenuta di acconto) oppure al netto da incassare (totale parcella meno la ritenuta)? Inoltre è possibile incassare detta fattura per metà in contanti e per metà con strumenti tracciabili?

R: L’art. 49 del D. Lgs. n. 231/2007 vieta il trasferimento di denaro contante e titoli al portatore (libretti di deposito bancari o altri titoli al portatore) per importi superiori ai 1000 euro effettuato a qualsiasi titolo tra soggetti diversi. Visto il carattere oggettivo del divieto, ai fini del superamento del limite deve farsi riferimento al valore effettivamente trasferito in denaro o tramite altri titoli al portatore (in questo caso, la somma totale al netto della ritenuta). Rimane tuttavia possibile adottare diverse modalità di pagamento rispetto alla stessa fattura, ossia trasferire la parte non eccedente i 999,99 euro in denaro e la parte eccedente, che determinerebbe il superamento del limite, attraverso strumenti di pagamento tracciabili (assegni bancari non-trasferibili, bonifici bancari, etc.).
 

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento